Aneddoti e riflessioni nel quotidiano mio e del mio alter ego a:

Revolutionäre Gedanken und Design Innovationen
Schöneberger Straße 5
10963 Berlin

Eravamo , ora siamo qui.
I trasferimenti comportano scatoloni e disordine, ma anche nuove idee.

Wake up!
.Dubh.'s photos See .Dubh.'s photos!

Un gradito omaggio dal caro Tato

Un altro omaggio, sempre dal Tato

So stay awake
Why the hell should I stay awake?

I looked your wall
Saw that old passport photograph
I look like I've just jumped the Berlin Wall
Berlin I love you
I'm starting to fade...

The one who follows me

Bad Chic People
Albert Speer
A Chic wishlist
Cuffiette nuove per l'iPod
L' insalatiera trasparente Ikea
Lo spremiagrumi di P. Starck



Creative Commons License
Questo blog è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons. Non credo serva a molto e dubito che a qualcuno interessi scopiazzare i miei posts, ma non si sa mai, c'è gente strana in giro.

Wishlist su Froogle, se vuoi farmi un regalo...





Questo è un Urban Blog!
Genova / Genoa / Italy


Blogarama - The Blog Directory
BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

Locations of visitors to this page
Vuoi regalarmi qualche spicciolo perchè possa mantenere i domini dei miei siti con più serenità? Vuoi che la mia gatta abbia le pappe migliori sul mercato? Vuoi che la mia cultura non si fermi e che possa comprare tanti libri da tenere e consultare?
Clicca qui sotto, te ne sarò grata!
Content © Dubh

mardi, avril 25, 2006

Madame Tapette lava i piatti cantando la Marsigliese. Come amica ha una scopa ruotante. Balla il twist in un enorme salotto e ogni tanto con un saltello cerca di toccare una delle gocce dell’antico lampadario che pende sulla sua testa. Ha una fascia in testa quando fa dei lavori in giardino, porta un delizioso cappellino viola quando esce di sera.
A volte Madame Tapette si siede per terra in un angolo, con la schiena appoggiata al muro e chiude gli occhi. Alza il viso verso l’lto cercando di ricordare. Piccole nuvole appoggiate sui suoi pensieri le impediscono una visuale nitida. Canta invitando le note ad uscire fuori dalla sua gola, tenta di guardare oltre quelle nuvole.Scorge sorrisi, denti non proprio dritti, corpi pallidi in penombra.
Parchi stranieri straziati dal sole, riempiti da giocolieri e bambini. Figure verdi su sfondi rossi, luci al neon, musiche d’altri tempi. Punta un dito verso le nuvole ma lo ritrae subito. Da casa sua è difficile sentire l’odore del mare, ma non per questo lei l’ha dimenticato.
Forse uscire nel retro e annusare l’aria della notte con le pantofole ai piedi le farà bene.

Comments on ""

 

Blogger Eva Carriego said ... (7:49 PM) : 

delizioso

 

Anonymous Anonyme said ... (9:52 PM) : 

Wonderful and informative web site. I used information from that site its great. film editing schools

 

Anonymous ויטמין said ... (1:48 PM) : 

Nice one , thanks .

 

post a comment