Aneddoti e riflessioni nel quotidiano mio e del mio alter ego a:

Revolutionäre Gedanken und Design Innovationen
Schöneberger Straße 5
10963 Berlin

Eravamo , ora siamo qui.
I trasferimenti comportano scatoloni e disordine, ma anche nuove idee.

Wake up!
.Dubh.'s photos See .Dubh.'s photos!

Un gradito omaggio dal caro Tato

Un altro omaggio, sempre dal Tato

So stay awake
Why the hell should I stay awake?

I looked your wall
Saw that old passport photograph
I look like I've just jumped the Berlin Wall
Berlin I love you
I'm starting to fade...

The one who follows me

Bad Chic People
Albert Speer
A Chic wishlist
Cuffiette nuove per l'iPod
L' insalatiera trasparente Ikea
Lo spremiagrumi di P. Starck



Creative Commons License
Questo blog è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons. Non credo serva a molto e dubito che a qualcuno interessi scopiazzare i miei posts, ma non si sa mai, c'è gente strana in giro.

Wishlist su Froogle, se vuoi farmi un regalo...





Questo è un Urban Blog!
Genova / Genoa / Italy


Blogarama - The Blog Directory
BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

Locations of visitors to this page
Vuoi regalarmi qualche spicciolo perchè possa mantenere i domini dei miei siti con più serenità? Vuoi che la mia gatta abbia le pappe migliori sul mercato? Vuoi che la mia cultura non si fermi e che possa comprare tanti libri da tenere e consultare?
Clicca qui sotto, te ne sarò grata!
Content © Dubh

vendredi, juillet 15, 2005

Su un autobus qualsiasi.
"Un'altra giornata tremenda". Guarda del vetro il traffico che si muove come un formichiere in piena attività. Si sente gli occhi gonfi, quasi neri. Occhiaie, borse, il bianco che diventa rosso. La sua faccia è pallida, malsana. Non sa dove andrà a dormire, ma non è così importante, qualcuno che la ospiterà c'è sicuramente.

Con la schiena appoggiata ad un palazzo qualsiasi.
"Non è il caso di rivedersi". Legge ancora il messaggio sul cellulare, sperando che da un momento all'altro cambi il numero del mittente. Rimane sempre lo stesso. Accidenti. Dentro la sua testa continua a ripetere martellante la frase. La sente come se glielo stesse dicendo di persona.

"Non è il caso di rivedersi"
"Non è il caso di rivedersi"
"Non è il caso di rivedersi"

Anche grammaticalmente non le piace come frase, suona male. Dire una cosa così importante meriterebbe una certa attenzione. Ma è tipico da parte sua non pensarci troppo.

Su un altro autobus qualsiasi.
"Quella è la donna della mia vita". La vede attraverso il vetro di un bus fermo al semaforo, verso sera. Non la conosce, non l'ha mai vista prima, ma per un minuto diventa la donna della sua vita. Una luce intensa negli occhi, un viso grazioso (anche se non particolarmente bello), i dreadlocks biondi e lunghi. E' meravigliosa. E continua a camminare sul marciapiede, diretta verso dove, quando l'autobus riparte.

E in questo periodo quasi tutti hanno la pelle dorata come un pollo allo spiedo che gira in una rosticceria.


"L'importante è non illudersi più che esista realmente l'amicizia". Non l'ha fatto. Per anni ha diffidato dell'amicizia, non ha creato illusioni in sé o negli altri e tutto è andato bene. Ha abbassato la guardia solo una volta ed è stato sufficiente per inciampare in un pozzo abbandonato per il resto della sua vita.

Comments on ""

 

Anonymous Anonyme said ... (10:33 AM) : 

Where did you find it? Interesting read »

 

post a comment